FINALITA’
Concessione di incentivi per investimenti delle micro, piccole e medie imprese turistiche, aventi sede o unità locale operativa in Friuli Venezia Giulia.

SOGGETTI BENEFICIARI
Possono beneficiare dell’agevolazione, ai sensi dell’art. 2 DPReg. N.90/2017 le imprese (PMI) turistiche esercenti le strutture ricettive turistiche (così come definite al titolo IV della L.R. 21/2016).

INIZIATIVE FINANZIABILI
Le agevolazioni sono concesse sui costi sostenuti per interventi di:
a) lavori di ampliamento, di ristrutturazione, di ammodernamento e di straordinaria manutenzione di strutture ricettive esistenti:
• limite minimo di spesa ammissibile: €20.000;
• Punti da 1 a 9 (a seconda della tipologia di iniziativa);
b) lavori di costruzione, di ristrutturazione e di straordinaria manutenzione di edifici da destinare all’esercizio di struttura ricettiva turistica:
• limite minimo di spesa ammissibile: €20.000;
• Punti 10;
c) Acquisto di arredi e attrezzature nuovi:
• limite minimo di spesa ammissibile: €10.000;
• Punti 4;
d) Realizzazione di parcheggi con almeno tre posti auto, anche mediante l’acquisto di immobili, a servizio delle strutture ricettive alberghiere:
• limite minimo di spesa ammissibile: €20.000;
• Punti 3;
NB: i punteggi sono cumulabili tra loro: in caso di programmi comprendenti differenti tipologie d’investimento si applica il punteggio relativo all’investimento che prevede l’importo più elevato della spesa ammissibile a contributo.
Sono inoltre previste 5 diverse tipologie di premialità (ognuna con punteggio da 1 a 2 punti) al verificarsi di particolari condizioni soggettive dell’impresa (localizzazione della struttura, contratti di rete, rating di legalità, …).

SPESE AMMISSIBILI
Sono ammissibili le seguenti categorie di spesa:
1) Per i lavori relativi alle iniziative di cui le lettere “a” e “b” (ampliamento e costruzione) sono ammissibili:
a. le spese per l’esecuzione dei lavori;
b. oneri per spese generali e di collaudo.
2) Per l’acquisto di arredi e attrezzature sono ammissibili anche le spese di trasporto e montaggio;
3) Per la realizzazione di parcheggi (lettera “d” delle iniziative) sono ammissibili:
a. spese e oneri lavori (relative all’opera pertinenziale alla struttura ricettiva);
b. il prezzo di acquisto degli immobili, inclusi i terreni.
Le iniziative devono essere avviate (ovvero le spese devono essere sostenute) solo successivamente alla presentazione della domanda di contributo, e devono essere concluse e rendicontate entro 24 mesi dal ricevimento del decreto di concessione.

LIMITI DI SPESA
Non vi sono limiti di spesa per le iniziative cofinanziate.
Sono previsti limiti di contribuzione per le iniziative finanziate in regime di esenzione ex Reg. UE 651/2014 (400.000€), mentre per le iniziative finanziate in regime “de minimis” valgono i limiti previsti dal Reg UE 1407/2013.
Sono altresì ammissibili le spese connesse all’attività di certificazione della spesa, nel limite massimo di €1.000,00 (esclusivamente in regime de minimis).
REGIMIE DI AIUTO E INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO
Il contributo è concesso:
1. In regime di esenzione (nei limiti previsti dal Reg. UE 651/2014), nelle zone coperte da aiuti a finalità regionale, secondo le seguenti intensità:
30% della spesa ammissibile per le iniziative realizzate da Piccole e Micro imprese;
 20% della spesa ammissibile per le iniziative realizzate da Medie imprese;
2. In regime di esenzione (nei limiti previsti dal Reg. UE 651/2014), ex art.17 investimenti a favore delle PMI, secondo le seguenti intensità:
20% della spesa ammissibile per le iniziative realizzate da Piccole e Micro imprese;
 10% della spesa ammissibile per le iniziative realizzate da Medie imprese
3. in regime de minimis (nei limiti previsti dal Reg. (UE) 1407/2013) secondo le seguenti intensità:
 50% della spesa ammissibile per le iniziative realizzate da strutture turistiche alberghiere;
 40% della spesa ammissibile per le restanti strutture turistiche ricettive;
Limitatamente alle spese relative all’esecuzione di opere, l’impesa beneficiaria del contributo è titolata a chiedere un’anticipazione sullo stesso fino al 90% dell’importo spettante mediante la presentazione di una fideiussione bancaria o assicurativa (importo pari alla somma da erogare maggiorata dagli interessi legali).

MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
Le domande potranno essere presentate esclusivamente mediante PEC dell’impresa al CATT FVG (Centro di Assistenza Tecnica alle Imprese del Terziario S.r.l) dalle ore 9.15 del 30 settembre alle ore 16.30 del 30 dicembre 2019.

PROCEDURA DI VALUTAZIONE
I contributi sono concessi tramite una procedura valutativa a graduatoria.
A parità di punteggio sarà presa in considerazione la domanda che prevede l’importo più elevato della spesa ammissibile a contributo.